28.9.07

Fiera del Levante: Cosimo Lacirignola, commenta i risultati dell'ultima Campionaria

"Questa Campionaria ha rappresentato un bellissimo laboratorio da cui trarre indicazioni per la programmazione futura. Ci sono state molte luci e qualche criticità, ma posso dire con certezza che, grazie alla collaborazione degli Enti fondatori e della Regione, all'impegno del mio staff e al lavoro di tutte le forze dell'ordine, abbiamo reso grande questa rassegna".
Così, il presidente della Fiera del Levante, Cosimo Lacirignola, ha commentato
nel corso di una conferenza stampa, i risultati della 71esima edizione, sottolineando il vento di cambiamento che ha caratterizzato i nove giorni della manifestazione.
Ho già avuto modo di riportare nel post di inizio settimana, un altro intervento di Lacirignola riguardante un'iniziativa artistica collegata alla recente Campionaria, che mi ha fatto riflettere che, almeno stando alle parole ed hai numeri che hanno caratterizzati questa edizione, forse sì, qualcosa a Bari sta cambiando.
Inoltre
Lacirignola sembra essere molto sensibile nei confronti del rapporto tra fiera ed arte come testimonia un accordo siglato alcuni mesi fa.
In passato, avevo anche avuto modo di esprimere le mia perplessità su una manifestazione e un Quartiere (Fiera del Levante e Bari) che mi apparivano - almeno per le mie recenti esperienze professionali in quel contesto - estremamente appesantite dal giogo della politica.
L'attuale presidente, sembra fortemente deciso ad un nuovo corso che non può che trovare tutti d'accordo.
Translate this blog in english
Technorati Profile

3 commenti:

Ilario Rainò ha detto...

Salve Fabrizio,
ho letto l'articolo e sarei curioso di sapere le perplessità suscitate dai cambiamenti effettuati alla Fiera del Levante.
Solitamente è un evento che non me lo lascio sfuggire da molto tempo ormai...purtroppo quest'anno gli impegni lavorativi me lo hanno impedito!
Comunque, credo che una svolta andava intrapresa da parecchio tempo! Ribadisco che non ho avuto modo di giudicare i cambiamenti di persona.
Sarei felice di ricevere maggiori informazioni
Ilario Rainò

Fabrizio Olati ha detto...

Ilario,
grazie per il tuo commento.
Le perplessità alle quali mi riferivo non erano tanto relative a quest'ultima edizione - alla quale neanche io ho partecipato - quanto alle edizioni meno recenti.
Dalle parole del presidente Lacirignola e da alcuni accordi stipulati, legati all'utilizzo del quartiere fieristico come polo artistico barese, mi sembra che qualche cambiamento sia in atto.

I miei commenti sono legati quindi non tanto alla Fiera del Levante come evento in sé, quanto alla gestione complessiva di un'istituzione che può e deve essere motore propulsivo dell'economia e della cultura barese.

In questo, ripeto, mi sembra di scorgere qualche segnale positivo.

Anonimo ha detto...

La speranza è l'ultima a morire.
Forse l'unica svolota è quella di voler utilizzare la struttura anche per altri scopi, magari x fare un'pò di cassa vista la cronica mancanza di fondi. Per il resto la fiera del levante è una cagata pazzesca in cui si trovano cineserie di ogni tipo x gente prevalentemente della provincia senza grosse aspettative.